“Ciao, che fai?”
“Aspetto”
“Che cosa?”
“Che arrivi il momento giusto”
“E quando dovrebbe arrivare?”
“Non lo so. Ancora non si vede…”
“Non mi sorprende!”
“Che intendi?”
“Che il momento giusto non è dettato dal tempo; probabilmente arriverà quando ti stancherai di aspettare.”
“E se non mi stancassi?”
“Magari continuerai ad attendere o magari le cose cambieranno davvero col trascorrere del tempo. Quanto sei disposta ad aspettare?”
“Non saprei. È già da un po’ che sono seduta qui. Ho visto passare le esitazioni, i dubbi, qualche paura, ma del momento giusto neanche l’ombra”
“E come farai a riconoscerlo quando arriverà?”
“Credo che certe cose si intuiscano e basta. Forse la situazione sarà diversa. Magari anche io sarò cambiata, sarò più propositiva, più serena e allora sarà più facile riconoscerlo.”
“Magari… Un giorno… Ma oggi?”
“Oggi va così. Resto in attesa…”
“Del momento giusto?”
“Esatto”
“Di quello che potrebbe o non potrebbe essere?”
“Forse”
“Di quello che magari potrai fare quando un giorno sarai cambiata?”
“Non lo so”
“E oggi?”
“Sai una cosa?”
“Dimmi”
“Credo di averlo appena intravisto. Aspetta qui, gli vado incontro.”
___________________________________________

(Il momento giusto – A. Loreti)

Comments

comments